11 maggio 2020

Nota informativa

Ci sembra doveroso fare delle precisazioni giusto per evitare le consuete strumentalizzazioni che servono soltanto ad alimentare sterili polemiche.

L''Amministrazione Comunale non ha la minima intenzione di fare “cassa” con le multe o con il pagamento dei tickets dei parcheggi. L'intendimento invece, è quello di dare un decoro e un'organizzazione alla mobilità automobilistica della nostra comunità. Considerato che la vita economica e sociale, in questa FASE di ripartenza, si è manifestata in maniera assai frenetica. Per evitare considerazione inappropriate, è giusto ricordare che i parcheggi a pagamento sono a servizio del “Centro Commerciale Naturale” che esiste da sempre nel nostro paese.

Gli stalli a pagamento sono stati posizionati nell'asse Via Papa Giovanni XXIII -San Leonardo e da Via S.Anna - P.zza Castello e P.zza Parrocchia. Questi stalli, durante il Lockdown epidemiologico del COVID-19 durato 60 giorni circa, sono rimasti sempre liberi, a dimostrazione che vengono utilizzati non dai residenti bensì dai fruitori dei servizi erogati dagli esercenti ubicati in dette zone. Dal 4 Maggio invece, si sono nuovamente occupati e si sono visti perfino parcheggi “selvaggi” lungo le traverse di Via Vitt. Emanuele, P.zza Margherita, Via S.Anna, e P.zza Castello. Quindi la reale motivazione del ripristino dei tickets per i parcheggi, nasce dalla necessità di organizzare al meglio la mobilità automobilistica del centro urbano.

Non è intenzione dell'Amministrazione Comunale attivare l'area pedonale, fino a quando non saranno riaperte le attività commerciali e tutti i pubblici esercizi.

Infatti, sia su indicazioni del Governo Nazionale che su nostre valutazioni, è intendimento ampliare l'utilizzo degli spazi esterni per allocare i tavoli, alle attività dei pubblici esercizi e della ristorazione. Per garantire la sicurezza al turista e ai residenti e per la fruizione dei servizi sull'asse P.zza Matteotti - P.zza Castello, è necessario rendere la stessa pedonale .

Cari concittadini so che ognuno di voi ha consapevolezza delle attività che stiamo portando avanti.

Ricordate sempre che il fine delle indicazioni/raccomandazioni che abbiamo di volta in volta dato , è quello di armonizzare le esigenze dei cittadini di questa comunità e non quelle del singolo. Soltanto in questo modo si creano le condizione di una migliore qualità di vita.

torna all'inizio del contenuto