08 agosto 2018

Avviso selezione

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DELL’INCARICO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO, RESPONSABILE DEL SETTORE AMMINISTRATIVO-TRIBUTI, CATEGORIA D1, CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO E PARZIALE AI SENSI DELL’ART. 110, COMMA 1, DEL D.LGS. 267/2000

COMUNE DI CASTELBUONO
CITTA’ METROPOLITANA DI PALERMO

 

IL SEGRETARIO GENERALE

VISTA
la deliberazione della Giunta Municipale n.94 dell'1/8/2018, esecutiva ai sensi di legge, con la quale, a seguito della vacanza per dimissioni del titolare del posto oggetto del presente avviso, il Segretario Generale è stato autorizzato ad attivare l’istruttoria per la formazione di un elenco di soggetti idonei a ricoprire il posto cui trattasi, e sono stati indicati i criteri generali cui improntare la selezione, al fine di valutare l’esperienza pluriennale e la competenza professionale nella materia oggetto di incarico;
VISTA la deliberazione consiliare n.36 del 24/7/2018, esecutiva ai sensi di legge, con la quale è stato approvato il bilancio di previsione 2018/2020;
VISTO l'art.72 del vigente Statuto Comunale (Incarichi di Responsabile di Settore e di Servizi.

RENDE NOTO

ART. 1
POSTO DA RICOPRIRE

E' indetta una selezione pubblica per titoli ed eventuale colloquio per la copertura, con contratto ex art. 110, comma 1 del D. Lgs. N. 267/2000, del posto vacante di “Istruttore direttivo”, categoria giuridica D1, Responsabile del Settore Amministrativo-Tributi del Comune di Castelbuono. Sede di lavoro via S.Anna n.25.
E’ garantita la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso alla presente selezione. La presente procedura, ha finalità comparativa e non assume caratteristiche concorsuali. In particolare non si procederà alla formazione di alcuna graduatoria e l’elenco dei candidati idonei individuati a seguito dei requisiti richiesti sarà sottoposto alla valutazione del Sindaco, trattandosi, come previsto dalla normativa citata, di nomina fiduciaria

ART.2
DURATA DELL’INCARICO

L’incarico è conferito con decorrenza dalla data della determinazione sindacale e fino al 31/12/2018 con facoltà di proroga sino al mandato elettivo del Sindaco.
L’Amministrazione si riserva il diritto di revocare in qualsiasi momento o di differire per mancanza di disponibilità finanziaria o per qualsiasi altro motivo la presente procedura. L’affidamento dell’incarico è subordinato alla possibilità consentita dalla normativa vigente in materia di copertura dei posti vacanti in dotazione organica.

ART. 3
CONTENUTO DEL CONTRATTO

L’incarico è conferito per un minimo di 12 ore e sino a un massimo di 18 ore settimanali. Al soggetto nominato verrà, altresì, attribuita la titolarità della posizione organizzativa afferente il Settore Amministrativo-Tributi, e verranno conferite le funzioni dirigenziali, ai sensi degli artt. 107 e 109, del D.Lgs. 267/2000, per l’esercizio dei poteri gestionali ascrivibili a tale posizione organizzativa.

ART. 4
TRATTAMENTO ECONOMICO

Il trattamento economico, rapportato alle ore contrattuali stabilite, è determinato in misura pari a quello previsto per i dipendenti inquadrati nella categoria D1 del vigente CCNL del comparto del personale delle Regioni e delle Autonomie Locali, oltre alla retribuzione di posizione e di risultato, nei limiti delle norme contrattuali vigenti e secondo i criteri di pesatura vigenti nell’Ente, oltre alla tredicesima mensilità, ad eventuali assegni per il nucleo familiare, e ad eventuali altri compensi e/o indennità previsti dal vigente CCNL.

ART. 5
REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso, alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di ammissione stabilito nel presente bando, dei seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana;

  2. età non inferiore agli anni 18;

  3. possesso dei diritti politici;

  4. assenza di condanne penali e/o procedimenti disciplinari che impediscano la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;

  5. non essere interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;

  6. non essere stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, né dispensati per persistente insufficiente rendimento, né dichiarati decaduti ai sensi dell’art. 127 c.1 lett d del D.P.R. n. 3 del 03/01/1957;

  7. non trovarsi in nessuna delle ipotesi di inconferibilità dell’incarico ai sensi degli articoli 3 e 4 del D. Lgs 39/2013;

  8. non trovarsi in nessuna delle ipotesi di incompatibilità allo svolgimento dell’incarico ai sensi degli articoli 9 e 11, comma 1, del D.Lgs 39/2013;

  9. ovvero, dichiarare la disponibilità ad eliminare la eventuale causa di incompatibilità prima della sottoscrizione del contratto di lavoro.

  10. non essere in godimento del trattamento di quiescenza;

ART. 6
REQUISITI SPECIFICI DI PARTECIPAZIONE

Oltre ai requisiti di cui al precedente art. 5, i candidati per essere ammessi alla selezione debbono:

a)aver espletato esperienza lavorativa nella Pubblica Amministrazione con riferimento anche al ruolo e alla funzioni cui è riferito il presente avviso;

b)aver conseguito dottorati e/o master universitari in materie analoghe all’incarico da conferire;

c)possedere altri titoli di rango assimilabile al punto b);

d)possedere il diploma di laurea vecchio ordinamento o quello specialistico (3+2) del nuovo ordinamento, in: Giurisprudenza; Scienze Politiche; Economia e Commercio;

ART. 7
TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di ammissione deve riportare la dizione dell’avviso di selezione a cui si riferisce. Dovrà inoltre contenere le seguenti dichiarazioni rese dal candidato, ai sensi degli artt. 46 e 47 del testo unico sulla documentazione amministrativa di cui al D.P.R. 28.12.2000, n. 445, sotto la propria diretta responsabilità, consapevole delle conseguenze previste, per le ipotesi di dichiarazioni non veritiere, dagli artt. 75 e 76 del medesimo Testo Unico:

  • generalità: cognome, nome, luogo e data di nascita, attuale Comune di residenza e indirizzo al quale l’Amministrazione potrà far pervenire le eventuali comunicazioni relative alla selezione, con relativo numero telefonico ed eventuale numero di cellulare e/o di fax e eventuale indirizzo di posta elettronica certificata.

  • essere cittadino italiano, o cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o suo familiare non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;

  • essere cittadino di Paesi terzi che sia titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che sia titolare dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;

  • non essere escluso dall’elettorato politico attivo;

  • possesso di un diploma di laurea come richiesto dall'art.6 in Giurisprudenza; Scienze Politiche; Economia e Commercio;

  • i periodi di effettivo servizio svolto presso la Pubblica Amministrazione, con indicazione della qualifica rivestita, e la specificazione se il servizio era a tempo pieno o part-time e, in quest’ultimo caso, in che misura percentuale;

  • di non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero di non essere stati dichiarati decaduti per aver conseguito l’impiego mediante produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile, ovvero non essere stati licenziati per le medesime motivazioni;

  • per i cittadini italiani di sesso maschile soggetti all’obbligo di leva ( nati entro il 31/12/1985): di essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;

  • per i soggetti di cui all’art. 38 c. 1 e 3 bis del D.Lgs n. 165/2001, limitatamente all’area di libera circolazione del lavoro: di essere in regola, per quanto attiene al servizio militare o civile sostitutivo, secondo le leggi dello Stato di appartenenza;

  • possesso dell’idoneità fisica all’impiego e allo svolgimento delle mansioni proprie dell’incarico di che trattasi;

  • di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti disciplinari conclusi (in caso affermativo indicare le condanne penali e/o le sanzioni disciplinari riportate);

  • di possedere adeguate conoscenze informatiche;

  • di conoscere sufficientemente una lingua straniera;

  • ai fini di quanto prevede il Piano triennale della prevenzione della corruzione del comune di Castelbuono, il candidato deve dichiarare nella domanda, a pena di esclusione dalla selezione:

  • di non aver riportato condanne, anche con sentenze rese in primo grado, e nemmeno con il rito speciale di cui all’art. 444 c.p.p. ( c.d. patteggiamento), per i delitti previsti e puniti dal titolo I, capo II del codice penale; in caso di condanna, occorre indicare lo specifico reato, la misura della pena inflitta e la durata della sanzione accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici, eventualmente applicata;

  • di non avere svolto nei due anni precedenti l’incarico di presidente (con delega alla gestione diretta), amministratore delegato, o dirigente e non aver svolto stabile attività di consulenza in enti di diritto privato regolati o finanziati dal comune di Castelbuono;

  • di non aver svolto in proprio, nel biennio precedente l’instaurazione del rapporto con il Comune, attività professionali in proprio, che sono regolate finanziate o comunque retribuite dal comune di Castelbuono.

  • Alla domanda di ammissione deve essere allegato il curriculum in formato europeo, debitamente sottoscritto, nonché copia del documento di identità valido;

  • La domanda di ammissione, redatta in carta libera e debitamente sottoscritta, pena l’esclusione, deve essere prodotta, a pena di esclusione dalla procedura selettiva, entro il 28/8/2018 ore 13,00 secondo una delle seguenti modalità:

  1. tramite pec:comune.castelbuono@pec.it

  2. tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede del Comune di Castelbuono;

  3. consegna diretta al protocollo del Comune.

L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata e tardiva comunicazione del cambiamento dei recapiti indicati nella domanda, né per eventuali disguidi postali e/o telematici comunque imputabili a terzi, caso fortuito o forza maggiore.

Art.8
(NORME FINALI)

L’eventuale esclusione dei candidati verrà disposta a seguito di istruttoria d'Ufficio delle domande pervenute per i seguenti motivi: a) domanda presentata fuori termine e priva delle dichiarazioni richieste;b) mancanza dei requisiti richiesti; c) mancanza della sottoscrizione richiesta. La selezione verrà effettuata dall’Ufficio competente tramite esame comparativo della documentazione presentata che sarà partecipata al Sindaco per la successiva individuazione e affidamento dell’incarico. La procedura cui trattasi potrà concludersi, su insindacabile valutazione del Sindaco, anche con il mancato conferimento dell’incarico.

Viene garantito il trattamento dei dati personali forniti dai candidati (art.13 D.Lgs.196/2003 e s.m.i)

Il presente avviso è pubblicato all’Albo pretorio on-line; sul sito istituzionale dell’Ente, e su Amministrazione Trasparente alla sezione Bandi di concorso.

 

Castelbuono lì 8/8/2018

f.to IL SEGRETARIO GENERALE
Dott.ROSARIO BONOMO

Cliccare qui per scaricare l'avviso (PDF, 84 KB)
torna all'inizio del contenuto